progettoidea

#NonCIFermaNessuno

Attraverso un approccio innovativo e basato sul dialogo, dal 2014, Luca Abete tiene incontri nelle Università, nelle scuole, nei teatri e in eventi di aggregazione giovanile, dove, partendo dalla sua esperienza personale, fornisce suggerimenti per affrontare la vita in modo positivo. Partendo quindi dallo studio dei propri punti deboli e punti di forza è possibile, limitando i primi e valorizzando i secondi, riscoprirsi più forti e inaspettatamente fortunati, pronti ad osare sempre di più per raggiungere i propri obiettivi.

Vedi tutti i nostri gadget

In un periodo storico in cui i giovani si imbattono molto spesso in messaggi poco incoraggianti, cresce nei ragazzi l’esigenza di trovare spunti utili per riacquistare fiducia in se stessi e speranza nel futuro. Questo contesto ha ispirato l’idea di Luca Abete che, affiancando all’attività di inviato di Striscia la Notizia quella di motivatore, ha realizzato un format dedicato al mondo giovanile.

Un format unico nel suo genere e assolutamente originale, grazie al quale Luca invita tutti a non cercare la fortuna all’esterno: attraverso lo studio dei propri punti deboli e punti di forza è possibile, infatti, limitando i primi e valorizzando i secondi, riscoprirsi più forti e inaspettatamente “fortunati”.
In poco tempo è nata, così, una vera e propria community di persone capaci di fare tesoro delle proprie esperienze e che si riconoscono nel grido e nell’hashtag #NonCiFermaNessuno.

Un laboratorio permanente di ascolto che si concretizza nella raccolta di opinioni tramite questionari sviluppati dagli esperti del Centro Ricerca e Servizi ImpreSapiens dell’Università La Sapienza di Roma. L’analisi dei dati raccolti nelle tre edizioni è stata argomento di altrettante pubblicazioni. #NonCiFermaNessuno è, da sempre, un aggregatore di buone pratiche; il progetto, infatti, prevede da due edizioni anche una raccolta benefica al fine di donare prodotti alimentari alla Fondazione Banco Alimentare Onlus, grazie alle attività svolte dai membri della community e alla presenza di food donor come Penny Market ed alcuni noti pastifici italiani.
Nel corso degli anni hanno sposato questa campagna sociale varie aziende nazionali ed internazionali di diverse tipologie, ognuna portando il proprio contributo:c’è l’anima green, che ha visto nelle prime edizioni la presenza di PoliEco e nella terza il gemellaggio con il consorzio COMIECO e con il progetto DICHEPLASTICA6, promosso da Corepla e AssoBioPlastiche; il mondo della tecnologia con ASUS, che ha supportato tecnicamente il tour e sollecitato gli studenti a far divenire le loro passioni per il tech ed i social una vera professione, fino all’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro con le opportunità offerte da Best Western Italia e dal gruppo Tecnocasa.

La valenza del progetto ed il potenziale comunicativo che ne deriva hanno interessato numerosi media nazionali, coinvolgendo direttamente importanti network radiofonici come Radio 105 e R101, che sono state le radio partner ufficiali di #NonCiFermaNessuno.

Il progetto ha ricevuto numerosi attestati di stima da parte del mondo accademico e sociale, che hanno riconosciuto l’importanza del messaggio trasmesso da Luca Abete e l’innovazione del metodo applicato nei suoi incontri. L’Università di Parma ha nominato Luca Professore ad honorem ed il Servizio Civile Nazionale ha voluto fortemente la sua presenza in occasione dell’Udienza Speciale in Vaticano con Papa Francesco, per uno speech motivazionale riservato agli oltre 7000 volontari presenti in Sala Nervi.